Informazione e web: le risorse online

Se siete arrivati fin qui, avrete capito che lo scopo di questo sito è educare senza forzare: fin qui la preoccupazione di chi scrive è stata solo quella di segnalare comportamenti che peggiorano le condizioni di chi naviga su internet con regolarità, dando indicazioni su come bloccare o ridimensionare certe cattive abitudini. Senza alternative ai siti di fake news, ovviamente, quelaptop_online_literature_1000sto diventa più difficile, ed è per questo che sono state incoraggiate iniziative di “controinformazione”, per usare un termine forse esagerato.

Oltre a diventare protagonisti della propria sete di informazione corretta, e parallelamente alla lettura critica delle principali testate giornalistiche (e l’ascolto critico delle radio, delle emittenti tv, dei canali YouTube… i media sono tanti!), si può iniziare anche a pensare ad avvicinarsi al lavoro di chi, personalmente, stia muovendosi in una stessa direzione di ricerca della verità. Per esempio, ma il vostro inglese deve essere buono, è consigliata la lettura dei contenuti di pubpub.org, una piattaforma per il giornalismo indipendente che ospita spesso anche gli interventi di Edward Snowden e dà spazio per denunciare eventi che nessun giornalista italiano tradizionale riuscirebbe mai a pubblicare per conto proprio.

Un altro utile amplificatore di notizie è Medium, la piattaforma di contenuti lunghi fondata da Twitter. Anche se il suo quartier generale in Italia ha chiuso, Medium rimane convinto della bontà del suo progetto nella Penisola, e raccoglie già al momento decine di contenuti al giorno molto interessanti, fra l’inchiesta, l’opinione e il reportage. Tra l’altro, Medium potrebbe tranquillamente rappresentare un’alternativa valida per aprire un proprio blog.

ProjectCensored è un altro sito in lingua inglese che, da statuto, “diffonde informazioni alle quali il pubblico generale non ha accesso” – il loro accento è posto soprattutto sul fatto che alcuni quotidiani, sia online che cartacei, censurano attivamente alcuni fatti degni di nota per non attirarsi l’ira dei propri investitori.

Infine va segnalato MasterNewMedia, che ha un’emanazione anche italiana che si occupa, fra l’altro, di segnalare i siti di informazione virtuosa in giro per il mondo.